Sei davvero pronto per vendere all’estero? I 3 pilastri dell’export
I 3 Pilastri dell’Export

Quali fattori dovresti considerare per valutare se la tua azienda è pronta per esportare?

Noi parliamo di 3 pilastri. Sono tre, infatti, gli aspetti fondamentali da verificare, da analizzare attentamente per approcciare poi con forza i mercati esteri.

In primo aspetto c’è il prodotto

E’ fondamentale, se tu non hai un prodotto da esportare evidentemente questo ragionamento non sta in piedi.

Attenzione che il prodotto non vuole dire avere solamente un prodotto da vendere ma significa avere un sistema pronto per essere venduto.

Quindi il prodotto in senso ampio. Quando parliamo di prodotto parliamo ad esempio di tutti i servizi accessori e qualificanti che possono aiutarti a essere più interessante nei confronti degli interlocutori esteri.

Tieni presente, infine, che non è detto che se il tuo prodotto è perfetto per il mercato italiano, possa essere perfetto per il mercato estero. 

Quindi, o hai delle informazioni dei mercati sulla base delle quali tu sai concretezza se il tuo prodotto è pronto oppure dovrai in qualche modo raccogliere queste informazioni.

Il secondo aspetto sono le persone.

Ancor più fondamentali forse ma non spaventarti se non le hai.

Cosa significa “le persone”? Significa le competenze per approcciare i mercati esteri, che tu o qualche tuo collega e collaboratore abbiate le competenze e la capacità di definire una strategia e approcciare in modo proattivo i mercati esteri.

Talvolta, osservo nelle aziende, del personale che è “in parte” delegato all’attività di sviluppo verso i mercati esteri. 

Quando sento dire “in parte”, mi viene da sospettare la persona gestisca tutta una serie di altre attività fondamentali – talvolta nel processo produttivo, a volte orientata al mercato italiano – che, laddove emergessero delle urgenze, porterebbero senz’altro via del tempo alla parte di sviluppo internazionale.

Sviluppare i mercati esteri significa impegnarsi in toto in questo.

Quindi, se non hai internamente che per tempo e per capacità possono farlo, è importante che tu ti attrezzi, puoi anche esternalizzare e quindi lavorare e collaborare con delle figure terze oppure puoi pensare di selezionare e inserire qualcuno nel tuo organico.

Attenzione perchè le persone e quindi le competenze sono fondamentali.

Il terzo pilastro è la comunicazione.

Tu, quando vai ad approcciare un nuovo mercato, in qualche modo devi essere in grado di comunicare quello che è la tua offerta relativamente al tuo prodotto ed i tuoi servizi.

Per fare questo servono quanto meno degli accorgimenti basici:

  • devi avere un sito internet. Molto spesso i siti internet delle aziende italiane non sono tradotti. E’ importante anche riflettere che non è la mera traduzione che può aiutarti ad ottenere dei risultati ma talvolta devi improntare una comunicazione all’interno del tuo sito internet in maniera molto attenta e riflettendo quelli che sono i bisogni del mercato estero.
  • senz’altro avrai bisogno di materiale da poter inviare ad esempio via email: la presentazione aziendale, il cosiddetto company profile; un catalogo se hai prodotti da catalogo o quantomeno una presentazione che spieghi un pochino più in dettaglio quello che è la tua offerta, i tuoi prodotti ed i tuoi servizi.

Quindi, questi sono i 3 pilastri su cui tu devi riflettere. 

Ricorda che, se il primo è fondamentale – se non hai quello devi per forza di cose attrezzarti per averlo – gli altri sono due tematiche – persone e comunicazione – che puoi costruire anche insieme a dei professionisti esterni.

Scarica i nostri eBook gratuiti

Ebook dedicati ad aziende e TEM che vogliono approfondire tematiche particolari su export e internazionalizzazione.

Contattaci per approfondire

Per qualsiasi domanda, dubbio o necessità, TEM ITALIA è sempre a tua completa disposizione.