Una delle mission di TEM Italia è favorire il networking, e per questo motivo organizziamo mensilmente degli incontri, i cosiddetti TEM Meetup, volti a promuovere lo scambio di conoscenze tra i Temporary Export Managers della nostra community.

L’ultimo Meetup ha fornito un’interessante panoramica sull’andamento dell’export italiano, con focus sulle filiere strategiche del Made in Italy.

Grazie al servizio di monitoraggio dei mercati e al sistema di previsione dei trend offerto da ExportPlanning, Marcello Antonioni, fondatore di EP, ha approfondito l’incidenza della pandemia sulle esportazioni dei comparti strategici del Made In Italy.

L’indagine, dunque, ha preso in esame i 4 settori in cui l’Italia è specializzata in termini di export, vale a dire le 4A: Alimentare, Abbigliamento, Arredo e Automazione

Ciascun comparto industriale è stato esploso nei vari sotto-settori e proiettato su diversi orizzonti temporali, offrendo quindi un confronto tra i livelli export attuali e pre-crisi ma anche previsioni delle variazioni dei volumi fino al 2024, grazie ad una rielaborazione di ExportPlanning dei dati pubblicati dal Fondo Monetario Internazionale.

Stato attuale e scenari futuri per l’Alimentare confezionato

Prendendo in considerazione il settore dell’alimentare confezionato, nel 2020 i segmenti maggiormente penalizzati sono stati sicuramente quelli connessi al canale Ho.Re.Ca., come tè e caffè confezionato e bevande alcoliche. In contro trend troviamo invece riso, pasta, olio, ortaggi e frutta.

Emerge quindi che sebbene sia stato quello che ha retto maggiormente, anche il settore del Food&Beverage non è stato risparmiato dalla crisi. Tuttavia, si prevede sia la prima filiera a guidare la ripresa del mercato italiano.

Il grafico infatti, mostra come entro fine 2021 sia atteso un rimbalzo positivo per l’alimentare. 

Anzi, addirittura si prospettano numeri in crescita almeno fino al 2024, con tassi medi annui del +3 / 7%.

Stato attuale e scenari futuri per il Sistema Moda Persona

Passando invece al settore moda persona, i numeri tornano a calare. Si tratta infatti dell’industria più colpita dalla crisi e per intravedere segnali positivi bisognerà aspettare il 2024

Stato attuale e scenari futuri per il Sistema Casa

Per quanto riguarda il sistema casa, anche qui il trend è negativo. Il 2020 ha messo in difficoltà tutti i segmenti, in particolare il commercio internazionale di tappeti, elettronica di consumo e illuminazione.

Per l’anno corrente l’unico settore in cui è previsto un recupero delle esportazioni è quello degli elettrodomestici, il meno colpito dalla crisi.

In generale, serviranno ancora un paio d’anni prima che l’industria torni ai volumi export del 2019.

Stato attuale e scenari futuri per Macchinari e Impianti

Da ultimo, arriviamo al settore macchinari e impianti, che conseguentemente ai fermi macchina del 2020 non presenta di certo dati positivi. 

In particolar modo, si noti come il comparto legato alle macchine tessili sia il più danneggiato, dato che conferma il duro colpo subito dal fashion.

Allo stesso modo, a confermare il trend del comparto alimentare vi sono i primi dati di crescita del 2021 che vedono il settore delle macchine alimentari come unico segnale positivo. 

Ciononostante, sarà il 2024 l’anno significativo per poter tornare ad essere redditizi in ambito meccanico.

In conclusione, il 2020 ha segnato un’inversione di rotta per la quasi totalità dei comparti industriali italiani. In particolar modo, i settori trainanti l’export italiano hanno visto la loro leadership minacciata da una pesante crisi economica. 

Tuttavia, il peggio è passato: secondo le previsioni di ExportPlanning, si prevede un ritorno a performance positive in termini di export per tutte le filiere strategiche del Made in Italy entro il 2024.

Chiara Redolfi

Scarica i nostri eBook gratuiti

Ebook dedicati ad aziende e TEM che vogliono approfondire tematiche particolari su export e internazionalizzazione.

Contattaci per approfondire

Per qualsiasi domanda, dubbio o necessità, TEM ITALIA è sempre a tua completa disposizione.