Uno dei settori di punta dell’export italiano è la meccanica strumentale.

La meccanica strumentale è un settore eterogeneo che comprende:
– i macchinari necessari al funzionamento di altri macchinari;
– i macchinari ‘’autonomi’’ che operano in maniera indipendente;
– i macchinari ad uso specifico.

Il commercio internazionale della meccanica strumentale vale 1600 miliardi, di cui 80 miliardi sono costituiti da macchinari italiani.

Le imprese italiane che operano in questo settore hanno un’elevata propensione all’export, anche dovuta ad un mercato interno maturo, e hanno raggiunto un buon risultato produttivo in quanto il fatturato per addetto italiano è tra i più alti tra i paesi dell’Unione Europea, con la Lombardia e l’Emilia Romagna che, da sole, esportano la metà dei macchinari.

Il settore occupa circa 2100 imprese che generano un fatturato di 7 miliardi circa, in prevalenza generato da piccole e medie imprese.

Un comparto che nel 2018 ha evidenziato una forte crescita (+9%) è quello dei macchinari per la panificazione, per la pasticceria, per la biscotteria e per la fabbricazione di paste alimentari.

L’Italia è il primo produttore mondiale con una quota di mercato pari al 31.5% ed una crescita del 16% rispetto al 2017.

I principali paesi importatori dei nostri macchinari sono:
– Stati Uniti d’America con una quota di mercato del 10.8%;
– Francia con una quota di mercato del 7.2%;
– Russia con una quota di mercato del 5.8%
– Spagna con una quota del 4.2%

Da segnalare la crescita importante di mercati africani come la Nigeria e l’Angola.

I principali concorrenti dell’Italia nel settore delle macchine per pane e pasta, sono Germania, Paesi Bassi e Austria tuttavia è bene monitorare altri mercati manifatturieri che nel 2018 hanno compiuto un grande balzo in termini di crescita:
– in Europa il Belgio (+32%)
– in America il Canada (+28%)
– in Asia la Cina (+30%), la Corea del Sud (+75%) e Taiwan (+45%)

In particolare, il Belgio insedia l’Italia in Francia e Spagna mentre il Canada è il principale competitor negli Stati Uniti. Cina e Taiwan per il momento si rivolgono prevalentemente al mercato asiatico mentre la Corea è già uno stabile fornitore di Stati Uniti e Russia.

Scarica i nostri eBook gratuiti

Ebook dedicati ad aziende e TEM che vogliono approfondire tematiche particolari su export e internazionalizzazione.

Contattaci per approfondire

Per qualsiasi domanda, dubbio o necessità, TEM ITALIA è sempre a tua completa disposizione.